Milan all-time lineup: la miglior formazione di tutti i tempi

l’11 rossonero che qualunque tifoso sognerebbe di vedere in campo

171
AC Milan team group: (back row, l-r) Paolo Maldini, Marco van Basten, Ruud Gullit, Carlo Ancelotti, Frank Rijkaard, Giovanni Galli; (front row, l-r) Franco Baresi, Roberto Donadoni, Alessandro Costacurta, Angelo Colombo, Mauro Tassotti

Il nostro 11 titolare rossonero da fantascienza

In queste settimane di quarantena forzata a causa del coronavirus ci stiamo rendendo conto, forse per la prima volta in assoluto, di quanto lo sport ci manchi davvero tanto e in particolar modo il calcio giocato. Sembra passata un’eternità da quando noi appassionati di pallone ci stringevamo metaforicamente in un abbraccio comune o assiepandoci sui seggiolini dello stadio amico o riunendoci insieme ad amici e famigliari per seguire da vicino le imprese della squadra del cuore. Sebbene questo rito settimanale benaugurante sia divenuto per ora un tabù, non per questo la nostra voglia di parlarvi di calcio viene meno. Per tale motivo oggi desideriamo farvi sognare a occhi aperti elencandovi l’11 titolare rossonero più forte di tutti i tempi che sarebbe in grado di superare qualsiasi formazione avversaria. Siete pronti a conoscere il Diavolo “più fantascientifico” che abbia mai calcato un (metaforico) terreno da gioco?


Portieri: che lotta quella tra Lorenzo Buffon e Sebastiano Rossi!

Considerando la blasonata storia dell’Associazione Calcio Milan, è molto complicato stilare un elenco di soli 11 nomi e cognomi di professionisti da mettere in campo. Tuttavia dobbiamo fare delle scelte dolorose già a partire dal portiere. Iniziamo con il dirvi che il modulo del nostro Milan All Stars sarà un 3-4-3 e che schiereremo come estremo difensore Lorenzo Buffon. Buffon fu un fenomeno nel chiudere la “serranda rossonera” durante i gloriosi anni ’50 che lo videro protagonista assoluto con 4 scudetti vinti in bacheca. Soprannominato “Tenaglia” per le sue prese aeree, Buffon fu un guardiano della porta così fenomenale che già a partire dal 1958 ebbe l’onore di poter vestire la maglia azzurra della Nazionale italiana. Lo ammettiamo: eravamo in dubbio se far difendere la nostra portada “Lorenzo il Magnifico” oppure da Sebastiano Rossi, il più forte numero uno degli anni ’90 che contribuì a portare il Milan sul tetto del mondo grazie anche all’incredibile record di imbattibilità stabilito nel 1994. Alla fine abbiamo optato per Buffon perché da giovanissimo era già una sicurezza, mentre Rossi divenne una sicurezza con il tempo.


Difensori: una scelta quasi scontata

Individuare i 3 migliori difensori che hanno giocato per il Diavolo è sicuramente più semplice rispetto all’identificare il portiere più forte di tutti i tempi. Non ci vuole molto a riconoscere che Maldini, Baresi e Nesta, insieme, compongono la linea arretrata più impenetrabile che esista e che forse esisterà nelle prossime epoche calcistiche. Senso della posizione, capacità di anticipare l’attaccante avversario e marcature ferree sono tre punti di forza di questi fuoriclasse della fase di non possesso palla. Non solo: sono maestri nell’accompagnare il bomber della squadra rivale verso zone del campo dove non può nuocere in alcun modo. Con una retroguardia di questo tipo non esisterebbe un solo numero 9 o 10 in grado di segnarci un goal.


Centrocampisti: genio e piedi educati insieme

Maldini, Baresi e Nesta nel nostro scacchiere sono protetti da 4 incredibili mediani. Davanti alla difesa non potevamo che schierare lui: Andrea Pirlo. Cervello di centrocampo in grado di smistare sapientemente i palloni e far ragionare il nostro Milan All Stars, il “Professore” è il motore e al contempo il conducente dell’11 rossonero più forte di sempre. Insieme a lui inseriamo sulla destra Roberto Donadoni, uno specialista nel suoruolo capace all’occorrenza di giocare sia come centrale sia come lateraleopposto, sulla sinistra Gianni Rivera, giocatore dal tocco vellutato, dotato di una creatività più unica che rara e abile goleador con 164 reti segnate all’attivo, e infine Nils Liedholm. Il Barone è il nostro asso nella manica grazie alla sua capacità di accarezzare la palla e indirizzarla dove vuole, abilità per certi versi simili a quelle di Andrea Pirlo.


Attaccanti: un trio atomico

Visto che amiamo le squadre che sanno segnare goal a grappoli, ecco che il Milan dei nostri sogni disporrà di un trio atomico là davanti: Gunnar Nordahl, Ruud Gullit e Marco Van Basten. Il dinamismo del “Tulipano Nero“ insieme alle giocate del “Cigno di Utrecht”, attaccante dalle movenze raffinate ed eleganti, e alla forza prorompente del “Pompiere”, autore di ben 225 reti in sole 291 presenze di campionato, sono il mix che ci serve per vincere contro chiunque. 3 bomber dalle caratteristiche così diverse e allo stesso tempo dotati del medesimo fiuto del goal sono per noi una certezza assoluta.


Che 11 titolare!

La nostra immaginazione ci ha permesso di poter schierare un 11 titolare, con in porta Lorenzo Buffon, in difesa Alessandro Nesta, Franco Baresi e Paolo Maldini, a centrocampo Andrea Pirlo, Roberto Donadoni, Nils Liedholm e Gianni Rivera e in attacco Gunnar Nordahl, Ruud Gullit e Marco Van Basten, che avrebbe permesso agli scommettitori attuali di vincere facile. Abituati come siamo ad avere a che fare con le quote più imprevedibili, in questo ipotetico caso sarebbe stato come puntare sulla Juventus attuale dotandola di Neymar e Mbappé in avanti e De Bruyne e Sergej Milinković-Savić sulla linea mediana. Pazzesco a dir poco! Al di là della fede calcistica di ogni tifoso, chiunque avrebbe apprezzato e seguìto con estremo interesse questo Diavolo rossonero composto da super-fuoriclasse.


Aspettando il calcio giocato

Elencarvi i nomi che fanno parte della migliore formazione rossonera di tutti i tempi è stato come sognare per un attimo a occhi aperti: in un momento storico così complesso come quello che stiamo vivendo, fare mente locale sulle giocate dei difensori e degli attaccanti più bravi che hanno fatto parte del Milan è un modo per staccare la spina e ricordare come il calcio giocato è davvero uno sport meraviglioso. E mai come in queste settimane ne stiamo riscoprendo la bellezza.