I migliori difensori NBA di sempre

270
Rajon Rondo in azione con i Celtics

L’immaginario degli appassionati NBA è dominato da giocatori in grado di lasciare impresso il segno nel match con 30 punti o capaci di sfornare una tripla doppia. Nell’economia di una partita o di una stagione, però, la parte più importante del gioco è la difesa: impedire all’avversario di segnare aumenta in maniera considerevole le probabilità di vittoria. L’efficacia nell’uno contro uno, la duttilità nell’affrontare tipologie differenti di giocatori, la tendenza al recupero palla sono doti fondamentali almeno quanto quelle puramente offensive. Uno sport “globale” come il basket rende ottimamente l’idea: la squadra gira solo se nell’alchimia del quintetto i suoi componenti sanno bilanciare al meglio diverse attitudini di gioco. Ecco perché ai nostri lettori amanti della pallacanestro, che seguono da sempre
i più importanti eventi internazionali con le quote Marathonbet, abbiamo pensato di dedicare questa carrellata di alcuni tra i migliori difensori Nba di tutti i tempi.


Jason Kidd
Kidd è stato per dieci volte un NBA All-Star, cinque volte un membro dell’All-NBA First Team e nove volte componente dell’NBA All-Defensive Team. Ha vinto un campionato NBA nel 2011 con i Dallas Mavericks, e ha vinto due medaglie d’oro olimpiche con la nazionale statunitense. È stato eletto alla Hall of Fame. Detiene la quarta posizione nella speciale classifica delle triple doppie a quota 108. Con 2.684 steals è secondo nella classifica di tutti i tempi relativa alle palle rubate.

Norm Van Lier
Scelto al terzo round del Draft 1969 dai Chicago Bulls, Norm Van Lier – proveniente dalla Saint Francis University – venne ceduto ai Cincinnati Royals, con i quali guidò la classifica NBA degli assist nel 1971. I Bulls lo riacquistarono durante la stagione 1971–72 e Van Lier rimase a Chicago fino al 1978, apparendo in tre All-Star Game (1974, 1976, 1977). Soprannominato “Stormin’ Norman” per la sua tenacità e la sua aggressività, Van Lier fu uno dei giocatori più popolari dei Chicago Bulls negli anni Settanta. Durante la sua carriera da pro, durata dieci anni, Van Lier fu nominato in tre NBA All-Defense First Teams and in cinque NBA All-Defense Second Teams. Si ritirò nel 1979 con un totale di 8.770 punti e 5.217 assist.

Rajon Rondo
Giocò due anni al college per i Kentucky Wildcats prima di essere scelto con la chiamata numero 21 dai Phoenix Suns al draft NBA del 2006, per essere subito scambiato con i Celtics, dove ha avuto un ruolo secondario durante la sua stagione da rookie. Rondo, quattro volte NBA All-Star, è stato primo nella Lega in assist a partita per tre volte (2012, 2013 e 2016). È stato nominato per la terza squadra All-NBA nel 2011-12 e ha fatto parte per due volte del First Team All-Defensive NBA. Durante la sua permanenza a Boston, Rondo è stato determinante nelle stagioni 2008 e 2010 che hanno visto i Celtics avanzare fino alle finali NBA, vincendo un campionato nel 2008 come playmaker titolare della squadra.

Maurice Cheeks
Trentaseiesima scelta al draft 1978, Maurice Cheeks ha giocato per 15 anni nella Lega: undici li ha trascorsi a Philadelphia e ha disputato con i Sixers tre serie di finali NBA, vincendo un titolo nel 1983. In una squadra che schierava le star Julius Erving, Moses Malone, Andrew Toney e Charles Barkley, Cheeks era apprezzato per la sua attitudine al gioco di squadra e per le sue abilità difensive. È stato nominato nella NBA All-Defensive dal 1983 al 1986 e si è guadagnato un posto nella seconda squadra nel 1987. Nella storia della NBA, Cheeks è al quinto posto nella classifica delle palle e undicesimo in quella degli assist.

Joe Dumars
Diciottesima scelta al draft NBA 1985, Dumars ha trascorso tutta la carriera da pro ai Detroit Pistons, dal 1985 al 1999. Ha vinto due campionati nel 1989 e 1990, ed è stato votato MVP delle Finali del 1989, con una media di 27.3 punti per partita. Per Michael Jordan, Dumars è stato il miglior difensore mai affrontato nella NBA. È stato selezionato per la squadra All-Star sei volte, e per la prima squadra All-Defensive quattro volte. In 14 stagioni, Dumars segnò 16.401 punti, distribuì 4.612 assist, afferrò 2.203 rimbalzi e mise a referto 902 palle rubate. La sua maglia numero 4 è stata ritirata dai Pistons nel marzo 2000.

Doug Christie
Christie è stato selezionato con la scelta numero 17 al Draft NBA del 1992 dai Seattle SuperSonics. Fu subito ceduto ai Los Angeles Lakers, insieme a Benoit Benjamin, in cambio di Sam Perkins. Fu utilizzato con parsimonia a Los Angeles e fu l’ultimo giocatore dei Lakers a indossare l’8 prima di Kobe Bryant. Nel 1994, i Lakers lo scambiarono con i New York Knicks. Nel 1996, è stato nuovamente scambiato a metà stagione, questa volta ai Toronto Raptors in un pacchetto con Herb Williams, Willie Anderson e Victor Alexander. Rimase con i Raptors fino alla conclusione della stagione nel 2000, quando fu girato ai Sacramento Kings per Corliss Williamson. Con i Sacramento, Christie ha sviluppato le sue attitudini di tiratore da oltre l’arco ed è diventato uno dei migliori difensori del campionato. È stato nominato quattro volte per l’NBA All-Defensive Team.

Sidney Moncrief
La carriera NBA di Moncrief è iniziata con i Milwaukee Bucks nel 1979 quando è stato scelto con la quinta chiamata assoluta. Dei Bucks Moncrief diventò ben presto il leader: noto per la sua versatilità in campo e per la sua tenacia in difesa, era considerato una delle migliori shooting-guard in circolazione. Moncrief è stato nominato NBA Defensive Player of the Year per le stagioni 1982-83 e 1983-84. Ha anche fatto parte del team All-Star per cinque anni consecutivi ed è stato nominato per la prima squadra All-NBA per la stagione 1982-83. Moncrief ha una media di oltre 20 punti a partita in quattro stagioni della sua carriera e ha concluso la sua carriera NBA di 11 stagioni con una media di 15,6 punti a partita.

Michael Cooper
Scelto dai Los Angeles Lakers nel terzo turno del draft NBA del 1978 con il 60esimo pick, Cooper divenne parte integrante delle squadre Showtime degli anni ’80 per le sue abilità difensive. In dodici anni di carriera, è stato nominato in otto squadre All-Defensive della NBA, tra cui cinque prime squadre. Ha vinto il premio NBA Defensive Player of the Year nel 1987. Insieme a Kareem Abdul-Jabbar e Magic Johnson ha vinto cinque titoli NBA nel 1980, 1982, 1985, 1987 e 1988. Per Larry Bird, Cooper è stato il miglior difensore mai affrontato. In carriera, Cooper ha segnato 8.9 punti, 4.2 assist, 3.2 rimbalzi, 1.2 steals e 0.6 stoppate per partita. Ha poi giocato per la stagione 1990-91 in Italia per la Pallacanestro Virtus Roma, con una media di 15,8 punti, 6.1 rimbalzi, 1,9 recuperi, 1,8 assist e 0,3 stoppate per partita.

Scottie Pippen
Ha giocato 17 stagioni nella National Basketball Association (NBA), vincendo sei campionati con i Chicago Bulls. Pippen, insieme a Michael Jordan, ha svolto un ruolo importante nel trasformare i Bulls in una squadra vincente e per aver reso popolare la NBA in tutto il mondo durante gli anni ’90. Considerato uno dei migliori small forward di tutti i tempi, Pippen è stato nominato per otto volte consecutive nell’NBA All-Defensive First Team e per tre volte nell’First Team. Era un sette volte All-Star NBA ed è stato l’All-Star Game MVP NBA nel 1994. Durante i suoi 17 anni carriera, ha giocato 12 stagioni con i Bulls, uno con gli Houston Rockets e quattro con i Portland Trail Blazers, disputando la postseason sedici volte consecutive.

Derrick McKey
Selezionato dai Seattle SuperSonics con la nona scelta assoluta del draft NBA del 1987, all’inizio della stagione NBA 1993-94 fu ceduto agli Indiana Pacers insieme al compagno di squadra Gerald Paddio per Detlef Schrempf. Dopo anni di tentativi, McKey e i Pacers hanno finalmente raggiunto le finali NBA nel 2000, perdendo contro i Los Angeles Lakers. Noto per le sue abilità difensive e la versatilità, era in grado di difendere in qualsiasi posizione. Di conseguenza venne eletto due volte nella Seconda squadra difensiva All-NBA.

Andre Iguodala
È stato un All-Star NBA nel 2012 ed è stato nominato due volte nella NBA All-Defensive Team. Iguodala ha vinto un campionato NBA con i Warriors nel 2015, quando è stato nominato NBA Finals Most Valuable Player. Iguodala è stato parte dei Warriors che hanno vinto altri due campionati nel 2017 e nel 2018. È stato anche membro della squadra nazionale degli Stati Uniti al Campionato mondiale FIBA ​​2010 e alle Olimpiadi estive 2012, vincendo in entrambi i casi la medaglia d’oro. Iguodala è stato selezionato con la nona scelta assoluta dai 76ers al Draft 2004. Iguodala è stato selezionato come nona scelta assoluta dai 76ers al Draft 2004.  Da quel momento, ha iniziato una lunga militanza con Philadelphia, conclusasi nel 2012, dopo aver collezionato 615 presenze. Passa ai Golden State nel 2013, dopo una breve parentesi annuale a Denver. Nel 2014-15 è diventato una riserva per la prima volta nella sua carriera, ma ha vinto l’MVP delle Finali dopo essere tornato nello starting-five durante la serie finale.

Andre Iguodala, a Philadelphia dal 2004 al 2012

Dennis Rodman
Ha giocato per i Detroit Pistons, i San Antonio Spurs, i Chicago Bulls, i Los Angeles Lakers e i Dallas Mavericks. È stato soprannominato “The Worm” ed è famoso per le sue abilità difensive e di rimbalzista. Ha vinto sette volte l’All-Defensive First Team della NBA e vinto due volte il premio NBA Defensive Player of the Year. Ha anche guidato l’NBA in rimbalzi a partita per un record di sette anni consecutivi e vinto cinque campionati NBA. È stato eletto nel 2011 alla Naismith Memorial Basketball Hall of Fame.

Mychal Thompson
Venne selezionato con la prima chiamata assoluta al Draft NBA del 1978 da Portland. È stato titolare dei Trail Blazers per otto anni (anche se ha saltato una stagione a causa di un infortunio). È stato nominato per la squadra All-Rookie del 1979, ed ebbe la sua migliore stagione nel 1981-82, con una media di oltre 20 punti e 11 rimbalzi a partita. Nel 1986, Thompson fu ceduto agli Spurs in cambio di Steve Johnson. A metà stagione successiva Thompson è stato scambiato con destinazione Los Angeles Lakers, dove sarebbe dovuto essere di sostegno a Kareem Abdul-Jabbar e avrebbe dovuto difendere contro Kevin McHale dei Celtics in un’eventuale serie finale. Thompson vinse due titoli consecutivi con i Lakers nel 1987 e 1988 e raggiunse le Finali nel 1989, per ritirarsi dalle scene NBA nel 1991.

Dave DeBusschere
Durante la sua stagione da rookie (1962-63) ebbe una media di 12.7 punti e 8.7 rimbalzi a partita e venne nominato per l’NBA All-Rookie Team. Nella stagione 1964-1965, all’età di 24 anni, gli fu assegnata la carica di giocatore-allenatore per i Pistons, diventando così il coach più giovane di sempre nella storia della lega. Durante la stagione 1968-1969, DeBusschere fu scambiato con i New York Knicks per Walt Bellamy e Howard Komives. Insieme ai futuri Hall of Fame Willis Reed, Bill Bradley e Walt Frazier, è diventato un campione NBA sconfiggendo i Los Angeles Lakers nelle finali del 1970. Con Earl Monroe nel backcourt, i Knicks sono diventati campioni di nuovo nel 1973, battendo i Lakers per 4-1 in finale. DeBusschere è stato eletto alla Naismith Memorial Basketball Hall of Fame nel 1983 dopo una carriera di 12 anni (1962-1974) in cui aveva una media di 16.1 punti e 11 rimbalzi. Famoso per il suo stile di gioco fisico e la difesa tenace, è stato nominato per la prima squadra della NBA All-Defensive sei volte.

Tim Duncan
Tim Duncan ha trascorso tutta la sua carriera da pro ai San Antonio Spurs. È considerato uno dei più grandi giocatori di basket di tutti i tempi, cinque volte campione NBA, due volte MVP NBA, tre volte NBA Finals MVP e una volta MVP All-Star Game NBA. È stato 15 volte un NBA All-Star ed è l’unico giocatore ad essere stato selezionato per le squadre All-NBA e All-Defensive per 13 stagioni consecutive. Duncan ha vinto il premio NBA Rookie of the Year dopo essere stato selezionato da San Antonio con la prima scelta assoluta nel draft NBA del 1997.

Hakeem Olajuwon
Dal 1984 al 2002 ha giocato nel ruolo di centro per gli Houston Rockets e i Toronto Raptors. Ha guidato i Rockets alla vittoria in due campionati NBA nel 1994 e nel 1995. Nel 2008 è stato eletto alla Hall of Fame. Olajuwon è considerato uno dei più grandi centri di sempre. È stato soprannominato “The Dream” durante la sua carriera da giocatore di basket. È diventato l’unico giocatore nella storia della NBA a vincere l’MVP NBA, il premio di Giocatore difensivo dell’anno e ad essere MVP delle Finali nella stessa stagione. Olajuwon è stato selezionato come uno dei 50 più grandi giocatori nella storia della NBA. Ha concluso la sua carriera come leader assoluto del campionato nella classifica relativa alle stoppate ed è uno dei quattro giocatori NBA ad aver messo a punto una quadrupla doppia.