Euro 2021, le giovani promesse

Ecco 17 giocatori da osservare attentamente al prossimo Campionato Europeo di calcio. Chi è il vostro preferito?

163
Euro 2020



L’11 giugno prende il via l’Europeo di calcio. Assisteremo a un’agguerrita lotta per raggiungere la finale di Wembley e succedere, così, al Portogallo per la corona continentale.

Il torneo sarà giocato in tutto il continente per la prima volta nella storia della competizione.

Da Cristiano a Griezmann, passando per Modric, Mbappé, Kroos, Sterling, Hazard, De Jong, De Bruyne… Ma quali giocatori saranno probabilmente le rivelazioni del torneo? Italiani esclusi, quali giovani talenti dovremmo tenere d’occhio dall’11 giugno 2021? Noi di Marathonbet abbiamo completato la nostra lista personale.

Qui i pronostici di Marathonbet sui match degli Europei

17 giocatori da tenere d’occhio a Euro 2021. Chi sarà la rivelazione del torneo?

Ci sono giocatori la cui carriera è stata senza dubbio cambiata da questo torneo. Nelle ultime edizioni, i migliori esempi sono state le apparizioni di Milan Baros (2004), Arshavin (2008), Jordi Alba (2012) o Robson Kanu e Renato Sanches (2016).

Ecco una lista delle giovani stelle che hanno acceso i campionati più importanti d’Europa. Eppure, la stragrande maggioranza di loro farà il suo debutto, tra pochi giorni, in un grande torneo internazionale…

1. Dani Olmo, la stella uscita da La Masía

Iniziamo con uno dei giocatori più chiacchierati. Dani Olmo (21 anni) è cresciuto a La Masia ma ha dovuto trasferirsi in Croazia a 16 anni per iniziare la sua carriera europea con la Dinamo Zagabria.

5 anni, 4 campionati croati, 3 coppe croate e 1 Europeo U21, dopodiché Dani Olmo si è unito al RB Lipsia nel mercato invernale 2019 per rinforzare gli allora leader del campionato tedesco. La Croazia è stata una tappa di crescita fondamentale per il giocatore di Terrasa: lì è stato nominato giocatore dell’anno nel 2018, miglior giocatore e miglior giovane della Lega nel 2019 e anche miglior giocatore della finale dell’Europeo U21. Si distingue per grande velocità, versatilità, dribbling e determinazione nei momenti chiave.

2. Timo Werner, il cecchino d’area di rigore

Ci spostiamo in Premier League per parlare del giovane attaccante Timo Werner, uno dei migliori acquisti europei dell’estate 2020. L’ex giocatore del RB Lipsia ha firmato con il Chelsea per 54 milioni di euro. Un investimento che ha sollevato dubbi sulle sue prestazioni nei Blues, ma che di fatto ha contribuito a vincere il massimo trofeo continentale per club: la Champions League.

Non c’è dubbio che Werner, trovando continuità, sarà uno dei candidati a diventare capocannoniere di Euro 2020.

3. Jérémy Doku, gioventù e qualità belga

Il nuovo fenomeno della Ligue 1 è belga e il suo nome è Jérémy Doku. Il Rennes lo ha pagato 26 milioni che, per una giovane ala 18enne dell’Anderlecht, non è poco. In Belgio aveva debuttato addirittura a soli 16 anni.

Velocità, ritmo e impudenza è ciò che ci attendiamo da questo giovane promettente, che sarà senza dubbio da tenere d’occhio nei prossimi anni. Vediamo se riuscirà ad avere un posto in una nazionale belga piena di stelle di caratura mondiale.

4. Kingsley Coman, la firma sulla vittoria

Coman, nonostante la sua giovane età, è uno dei migliori acquisti invernali degli ultimi anni. È chiaro che abbiamo a che fare con un giocatore diverso, già molto maturo a soli 24 anni.

Titolare nel Bayern Monaco, e con un passato alla Juventus, Coman è dotato di un’incredibile velocità. Inoltre, l’anno scorso è divenuto il quinto giocatore francese a segnare in una finale di Champions League, risultando così decisivo nella vittoria sul PSG per 1-0.

5. Dominik Szoboszlai, uno dei nomi più in voga

Il 20enne internazionale ungherese è un altro dei giocatori della lista delle giovani rivelazioni da seguire.

Dopo aver abbagliato al RB Salisburgo e aver concluso una stagione di ambientamento al RB Lipsia, il giovane gioiello ungherese avrà la possibilità di guidare la sua nazionale contro i migliori, dato che l’Ungheria è stata sorteggiata nel cosiddetto “gruppo della morte” con Portogallo, Francia e Germania.

Nonostante la sua giovane età, è diventato un eroe nazionale grazie al gol qualificazione contro l’Islanda al 92° minuto. Ha già dimostrato di avere un tiro come pochi, quindi è possibile che le opzioni d’attacco dell’Ungheria in questo campionato europeo passino attraverso gli scarpini di questo promettente giocatore.

È chiaro che siamo di fronte a una grande promessa che farà parlare di sé nei prossimi anni. Prendete nota del suo nome, e non vi sbaglierete.

6. Fabian Ruiz, il talento del Napoli

Una delle sorprese più piacevoli del calcio italiano negli ultimi anni, il sivigliano del Napoli è stato convocato dalla nazionale spagnola dopo un ottimo finale di stagione. I grandi club europei – tra cui Real Madrid e Barcellona – stanno cercando di ingaggiarlo nella prossima finestra di trasferimento, ma Fabian andrà in Premier League o nella Liga?

Ha una vasta esperienza nelle categorie inferiori della Roja, giocando il campionato europeo U21 la scorsa estate, dove è stato riconosciuto come il miglior giocatore, e ha già fatto il suo debutto ufficiale per la Spagna nelle qualificazioni a Euro 2020. Fabian Ruiz (24) è senza dubbio uno dei nomi da tenere d’occhio al prossimo campionato europeo.

7. Pedri, la giovane promessa catalana

La promessa spagnola non è passata inosservata a nessuno da quando ha debuttato in seconda divisione con il Las Palmas.

Il suo debutto ufficiale con il Barcellona è avvenuto il 27 settembre scorso, mentre il suo primo gol risale al 20 ottobre in Champions League. In quell’occasione è entrato tra i primi tre giocatori più giovani nella storia del club a segnare in Champions League.

Non ha ancora debuttato con la nazionale spagnola, quindi questa sarà la sua grande opportunità. Pedri Gonzalez, a soli 18 anni, è stato un punto fermo nell’undici titolare di Ronald Koeman. E non è da tutti.

8. Eljif Elmas, il gioiello dei balcani

Il giovane centrocampista del Napoli farà il suo debutto in una grande competizione internazionale con la Macedonia del Nord, con cui ha già debuttato a 18 anni in una partita contro la Spagna. Nonostante sia spesso entrato a partita in corso, ha giocato la maggior parte delle partite del suo club in questa stagione, quindi è chiaro che il Napoli ha fiducia nel potenziale di Elmas.

Potremmo essere di fronte alla sorpresa del torneo, dato che nessuno si aspetta di trovare un giovane così talentuoso nella Macedonia del Nord.

9. Jadon Sancho, una delle star degli Europei

Jadon Sancho, ala inglese del Borussia Dortmund, è certamente uno dei giocatori da osservare agli Europei. Sancho (21 anni) è un’ala atipica ed è chiamato a guidare la nuova generazione di giocatori inglesi. Abile, veloce e, soprattutto, decisivo. Un giocatore che per carisma e leadership non sembra avere la sua età.

Secondo giocatore più giovane a debuttare in una partita ufficiale con la nazionale inglese, Jadon Sancho è sulla bocca di tutti da un paio d’anni e, anche se in questa stagione non ha raggiunto i numeri delle stagioni precedenti, la sua partecipazione in nazionale è sempre più decisiva: tutti si aspettano che “spacchi” le partite da un momento all’altro. Sarà questo il torneo in cui Jadon Sancho passa da promessa a stella mondiale?

10. Joao Félix, ‘O Menino’ accompagnerà in attacco Cristiano Ronaldo

Fresco campione della Liga con l’Atletico Madrid, il 21enne portoghese è l’acquisto più costoso nella storia dei Colchoneros.

Il vincitore del Golden Boy Award 2019 ha già debuttato con la nazionale maggiore del Portogallo nelle semifinali della Nations League. Dopo appena sei presenze, il portoghese è stato chiamato a guidare la linea d’attacco dei campioni d’Europa in carica. Il suo partner? Nientemeno che il cinque volte vincitore del Pallone d’Oro Cristiano Ronaldo. Maturità e gioventù, stella e promessa, un duo che sarà sicuramente un punto fermo di Euro 2020.

11. Jules Koundé e la sua grande stagione a Siviglia

Dopo essere diventato – per 25 milioni – l’acquisto più costoso nella storia del Siviglia, il giovane difensore francese ha più che soddisfatto le aspettative, diventando una delle star della Liga e combattendo per il titolo fino agli ultimi turni di campionato.

La sua grande stagione con il Siviglia gli ha fatto guadagnare la sua prima convocazione nella nazionale francese, quindi questo sarà il suo debutto con i Bleus. Forse lo conoscete già, ma se così non fosse prendete nota di questo nome perché la sua solidità difensiva e il suo contributo in attacco ci ricordano alcuni grandi difensori storici.

12. Dominic Calvert-Lewin, la giovane promessa dei Toffees

Attaccante britannico dell’Everton dal 2016, il giovane attaccante inglese (24 anni) ha terminato una grande stagione con 16 gol innalzandosi a una delle rivelazioni della Premier League 2020/21.

Calvert-Lewin è un marcatore all’antica: un rifinitore naturale, veloce e decisivo. Un attaccante che ha solo bisogno di essere servito per trasformare i palloni che giungono dalle sue parti in rete. Insieme a Vardy e Kane, con lui l’Inghilterra può contare su un attacco assolutamente spettacolare.

13. Billy Gilmour, la speranza scozzese

A soli 19 anni, la giovane stella scozzese è chiamata a grandi imprese. Dopo aver debuttato in Champions League con il Chelsea, questo ragazzo è stato chiamato per la prima volta nella nazionale maggiore e farà, così, il suo debutto in un grande torneo internazionale.

Sarà questa la vetrina per il giovane talento del Chelsea, e il suo prezzo sarà rivalutato dopo il torneo? Lo scopriremo a breve, intanto l’appuntamento è segnato: la Scozia debutta contro la Repubblica Ceca il 14 giugno.

14. Phil Foden, giocatore tuttofare del Manchester City

Phil Foden è un altro dei giovani giocatori promettenti di cui tutti stanno parlando e sembra che finalmente stia esplodendo, come – d’altronde – previsto. A soli 20 anni è, insieme al fuoriclasse Kevin de Bruyne, uno dei pezzi chiave del progetto di Guardiola.

La carriera del giovane è iniziata nell’accademia del City a soli 8 anni. Nel novembre 2017 ha debuttato per il Manchester City in Champions League diventando il quarto giocatore inglese più giovane a giocare in quella competizione.

Ha giocato per la nazionale a tutti i livelli giovanili dell’Inghilterra e detiene il Pallone d’Oro della Coppa del Mondo Under 17 del 2017. Il ragazzo di Stockport ha fatto il suo debutto internazionale senior nel 2020 e sembra sia tra i papabili protagonisti dell’estate.

15. Kai Havertz, l’uomo della Champions League

Kai Havertz, 21 anni, è stato uno dei giocatori più preziosi della Bundesliga e ora è una delle più grandi stelle della Premier League. Il centrocampista offensivo (che può anche giocare come ala sulla fascia destra) è un giocatore che mezza Europa ha desiderato ma che, alla fine, ha scelto il Chelsea. Proprio con i Blues, e grazie a un suo gol, pochi giorni fa il club londinese si è laureato campione d’Europa per la seconda volta nella sua storia.

Dopo una brillante stagione in Premier League, la giovane stella tedesca dovrebbe essere uno dei giocatori più decisivi di questi Europei in cui la Germania debutterà contro gli attuali campioni del mondo: la Francia.

16. Youri Tielemans cercherà spazio nel Belgio di De Bruyne e Hazard

Un altro dei grandi prospetti da seguire al prossimo campionato europeo è il centrocampista belga del Leicester City che sta gradualmente diventando uno dei giocatori più ricercati della Premier League. Dal 2014 fa parte dei migliori giovani del panorama calcistico mondiale, e sembra che a Euro 2020 avrà altre chance per mettere in mostra il suo talento.

Il suo adattamento con le Foxes è stato fenomenale, ma come si comporterà in nazionale? Youri vuole ottenere minutaggio in una squadra la cui linea d’attacco è guidata da due dei migliori giocatori del mondo: Kevin de Bruyne e Eden Hazard che, se gli infortuni non lo limiteranno, spera di competere ancora ad alti livelli.

I Diavoli belgi sono, secondo l’attuale classifica FIFA, la migliore nazionale del mondo. Questa generazione belga di calciatori può finalmente vincere un grande torneo internazionale?

17. Dejan Kulusevski, la star svedese della Juve

Nato in Svezia da genitori macedoni, Kulusevski ha iniziato la sua carriera in Svezia, ma a 16 anni è entrato nelle giovanili dell’Atalanta, esordendo poi in Serie A a 18 anni. Dopo una buona stagione in prestito al Parma, la Juventus ha deciso di spendere 35 milioni per il 20enne fantasista.

Insieme a Cristiano Ronaldo e Morata, Kulusevski è stato il punto di riferimento della Vecchia Signora in attacco e Luis Enrique ha certamente preso nota delle sue abilità in vista della partita tra Spagna e Svezia.


Quali giovani stelle secondo te saranno da tenere d’occhio a Euro 2020?