Calciomercato, le scommesse della stagione

76

Negli ultimi mesi il tema più trattato dai vari quotidiani e blog sportivi è stato il calciomercato, tanto più quello che ha suscitato interesse nei lettori e in chi si diverte a fare pronostici su Marathonbet.it. In Italia la finestra di compravendita estiva si è conclusa il 2 settembre, dopo che il campionato di Serie A era iniziato da due giornate. Tutti i club, a mercato chiuso, hanno rilasciato dichiarazioni simili a quelle classiche dei partiti politici dopo le elezioni, ad esempio: “Siamo contenti della nostra campagna acquisti e ci siamo rinforzati”. Molte squadre hanno scommesso su giocatori pagati a peso d’oro, mentre altre su talenti sconosciuti, con la speranza di poterli rivendere, magari il prossimo anno, a cifre raddoppiate.

 

La Juventus

I campioni d’Italia della Juventus hanno ceduto un pezzo importante, Cancelo per Danilo, e hanno acquistato una serie di buoni giocatori, ma la vera scommessa è il giovane De Ligt, arrivato tra le file di Torino dall’Ajax per quasi 80 milioni di euro. Il biondo olandese ora dovrà sostituire l’infortunato Chiellini, compito sicuramente non semplice.

 

Il Napoli

Il Napoli ha cambiato poco e l’incognita si chiama Lozano, giocatore messicano voluto fortemente da mister Ancelotti.

 

L’Inter

Per l’Inter, sono stati mesi di cambiamento a partire dall’acquisto dirigenziale di Marotta. Gli innesti neroazzurri sono stati svariati: Lukaku, Sanchez, Barella, Sensi, Biraghi e Godìn, ma con cessioni non di poco peso: Icardi, Perisic e Nainggolan. La scommessa più promettente non gioca in campo, ma siede in panchina, Antonio Conte: l’allenatore leccese è tornato in Italia per vincere e quanto mostrato finora è davvero incoraggiante.

 

Il Milan

L’altra squadra di Milano ha invece puntato sulle capacità di Maldini e Boban, i due dirigenti hanno condotto una campagna acquisti di basso profilo. I tifosi rossoneri non sono rimasti entusiasti dei nuovi arrivi, sei giocatori tutti stranieri. Anche il nuovo allenatore Giampaolo non è stato accolto positivamente dall’ambiente.

 

Il Brescia

La scommessa più intrigante di questa stagione di Serie A è sicuramente il ritorno di Mario Balotelli, che indosserà la maglia del Brescia.

 

Il mercato tornerà a gennaio 2020 con la finestra di riparazione, anche se ormai si parla di trasferimenti 12 mesi l’anno, un po’ come di campagne elettorali. Forse era più affascinante quando il calciomercato durava soltanto venti giorni al vecchio Hotel Gallia di Milano, ma era un mondo diverso dove i contatti non arrivavano via mail.