Serie A Basket, Venezia conduce 3-2 su Sassari

155

La Umana Reyer Venezia si è portata avanti nella finale scudetto di Serie A di Basket contro il Banco Sardegna Sassari. La serie è iniziata con le prime due partite giocate al Palasport Taliercio, una struttura che ha creato problemi ai giocatori ed al pubblico, per la mancanza di aria condizionata. In queste due sfide abbiamo visto un Sassari galvanizzato da una finale raggiunta contro i più quotati cestisti di Milano. Dopo aver perso la prima partita, dominata per lunghi tratti, 72-70, la squadra sarda si è aggiudicata con 14 punti di vantaggio, 66-80, la seconda gara a Venezia.

A Sassari le cose sono cambiate, e probabilmente con troppa sicurezza: la squadra di Pozzecco ha ceduto il vantaggio della vittoria in trasferta, perdendo gara 3 per 70-73. Gara 4 è stata forse la partita perfetta del Banco Sardegna, che ha condotto per tutta la gara, terminando con il risultato di 95-88.

GARA 5 PORTA AVANTI VENEZIA

La Reyer Venezia ha protetto il fattore campo nella gara 5 della finale scudetto, battendo 78-65 il Banco di Sardegna Sassari e avanzare sul 3-2 nella serie. La squadra di De Raffaele ora si trova il primo match point a disposizione e potrà provare a vincere il titolo in gara 6 giovedì in Sardegna. Il Venezia domina grazie ai 20 punti in 20 minuti di Daye a cui si uniscono i 15 di Tonut. A Sassari non basta un grande Thomas da 20 punti.

De Raffaele ha iniziato con Vidmar in quintetto per provare a contenere Cooley, giocatore ingestibile per Venezia nella sconfitta di gara 4. La mossa sembra pagare, perché il centro di Pozzecco dopo 6 minuti ha già due falli e deve andare a sedersi in panchina senza aver trovato nemmeno un canestro. Sassari non è la solita squadra compatta, perde troppi palloni e alla fine del primo periodo a comandare è la Reyer sul 21-14. All’inizio della parte Tonut si accende e spinge Venezia in vantaggio anche di 11 punti. Sassari però è più dentro la partita rispetto all’avvio di gara, la squadra di Pozzecco non si scompone e con molta pazienza ricuce quasi completamente il margine, e dopo 20 minuti il vantaggio è per la Reyer sul 38-34.

La serataccia di Cooley prosegue all’inizio del secondo tempo, quando gli viene subito assegnato un fallo antisportivo, Stone è impeccabile e Venezia ritorna avanti di 11 sul 45-34, con Pozzecco che non toglie dal campo il proprio centro nonostante la situazione complessa. Sassari è rimasto senza segnare per quasi cinque minuti. Pozzecco chiama il time-out e rivitalizza il quintetto, che lo ripaga con un parziale di 10-0, ma i giocatori importanti si riempiono di falli, ed a 10 minuti dalla fine il tabellone del palazzetto dice 60-53 Venezia.
L’ultimo periodo è gestito totalmente da Venezia, e Sassari non ha mai avuto la possibilità di rientrare, terminando 78-65 gara 5.

Ora Pozzecco proverà a sopravvivere in gara 6 per tornare al Taliercio a giocarsi tutto, mentre De Raffaele sogna di festeggiare lo scudetto in terra sarda. Per chi vuole divertirsi facendo pronostici sulla lavagna di Marathonbet, i quotisti, anche alla luce degli ultimi risultati, vedono favoriti i sardi nella prossima gara scudetto.