NBA, 1-1 dopo le prime due partite

250

Dopo le prime due partite della finale Nba, Golden State e Toronto Bucks, sono in perfetta parità. In seguito alla prima vittoria casalinga dei Bucks, domenica notte i Warriors si sono presi la rivincita, riprendendo immediatamente i Toronto, prima di una piccola fuga.

Prima partita

L’eroe della prima gara è Pascal Siakam, debuttante in una finale Nba, davanti ai quasi 20.000 spettatori di Toronto, è stato autore di 32 punti con 14/17 dal campo, 8 rimbalzi, 5 assist. Per tre quarti della partita, Toronto resta avanti, anche senza la brillantezza di qualche settimana fa, di Kawhi. Ad aggiungere canestri per la vittoria dei Bucks ci pensano Marc Gasol, che chiude con 20 punti e 7 rimbalzi, e Danny Gree. Ai Warriors, il solo Curry non basta, e l’infortunio di Iguodala incomincia ad essere troppo importante per il proseguo di questa splendida finale.

La difesa dei Golden State, concede troppi canestri ai Bucks e la reazione passa solamente da Stephen Curry, che segna 11 punti nel primo quarto e ben 34 alla al termine del match. Nessuno si aspettava i Golden State in affanno dopo i primi 48 minuti, ed il risultato netto di 118-109. Buone notizie quindi per chi si è divertito su Marathonbet, credendo in un risultato difficile da pronosticare.

Seconda partita

I Golden Warriors vincono gara-2 e pareggiano la serie iniziale, anche senza Kevin Durant e senza Klay Thompson nell’ultimo quarto. I campioni in carica espugnano Toronto per 109-104, al termine di una partita emozionante e con un finale thriller.

I Warriors mettono sul parquet tanto cuore e soprattutto tanta grinta, e le grandi giocate dei suoi campioni Draymond Green e di Andre Iguodala. Quest’ultimo ha siglato il canestro della vittoria.

Klay Thompson segna 25 punti, ma ha dovuto abbandonare il campo nell’ultima frazione per un infortunio muscolare, ed ora lascia tutti in ansia per la sua dubbia presenza in gara-3. A Toronto non bastano i 34 punti di Kawhi Leonard, oltre i 14 rimbalzi. Ancora una grande prova di Fred VanVleet, dopo le già splendide prestazioni di gara 1. Mancano all’appello Pascal Siakam, 12 punti con 5/18 dal campo e Marc Gasol con solamente 6 punti.

Una prima frazione equilibrata che si conclude 27-26 per i Raptors.

La ripresa si apre con un parziale di 10-0 per i padroni di casa che sembrano pronti a vincere anche la seconda gara. La reazione dei Golden State è nelle mani di Cousins, che con 7 punti di fila tiene a contatto i Warriors, ma Toronto sembra più fresco e Leonard firma il +11 (46-35). Finalmente si accende Curry che con due triple e con anche due canestri importantissimi nel finale di tempo, conclude le prime due frazioni, con i Toronto avanti di solo 5 punti, 59-54.

Il terzo tempo si apre con un clamoroso parziale di 18-0 per i Warriors, che ribaltano completante il match. La reazione dei Bucks: li portano ad 8 punti di distanza dai Warriors 88-80, alla fine del terzo tempo. Nell’ultima frazione Golden State si compatta e, dopo l’infortunio muscolare del suo miglior marcatore Klay Thompson, trova canestri fondamentali con quasi tutti i componenti. Toronto prova in tutti i modi ad avvicinarsi ed il finale è pazzesco, con i Bucks a solo due punti quando mancano poco più di 20 secondi, ma Iguodala spegne i sogni dei Toronto con una tripla che mette fine ad una splendida partita terminata 104-109.