Formula 1: si riaccendono i motori in Canada

145

Dopo gli ultimi Gran Prix di Spagna e Monaco, la Formula 1 approda in Nord America, precisamente in Canada. Il circuito di Montreal, intitolato a Gilles Villeneuve e situato nel Parc Jean-Drapeau sull’isola Notre-Dame, è un tracciato automobilistico celebre per i suoi rettifili lunghi e rapidissimi: infatti per vincere è molto importante raggiungere picchi di velocità molto elevati.

È il classico circuito dove si alternano forti accelerazioni seguite da brusche frenate, e proprio questo motivo lo rende uno tra i circuiti più impegnativi, insieme a quelli di Singapore, Città del Messico e Yas Marina, per gli impianti frenanti che non hanno tempo per raffreddarsi a dovere.

Possiamo dire quindi che il protagonista assoluto di questa gara sarà la velocità!

Per arrivare a questo obbiettivo è importante per la Ferrari lavorare sulle ali, soprattutto su quelle posteriori, cercando di rendere più aerodinamica possibile la monoposto, che ha infatti testato nelle prove libere due soluzioni: un’ala posteriore di tipo lineare e un’ala di tipo “a cucchiaio” con il flap principale rialzato alle estremità laterali.

Dopo le sei vittorie firmate Mercedes, il tracciato di Montreal sembra avere le caratteristiche giuste per esaltare i pregi e nascondere i limiti della Ferrari, che deve riscattarsi dopo le precedenti prestazioni agli occhi suoi tifosi.

Saranno efficaci secondo voi questi presupposti per assistere a un successo della rossa? Sicuramente su Marathonbet.it non mancano le quote per rendere questo Gran Premio ancor più adrenalinico!